Accordo con Regione Puglia per far crescere le imprese pugliesi nel mondo

SACE e SIMEST (Gruppo Cassa depositi e prestiti) annunciano la firma di un importante accordo con la Regione Puglia per sostenere la crescita delle PMI pugliesi sui mercati esteri, attraverso un miglior accesso ai prodotti e servizi assicurativo-finanziari messi a disposizione dalle due Società.

11 October 2016

Unite nel “Polo italiano per l’export e l’internazionalizzazione”, SACE e SIMEST hanno sviluppato un’offerta diversificata e completa per rispondere alle esigenze delle imprese che competono nel mondo:

  • accesso a finanziamenti per l’internazionalizzazione
  • agevolazioni sui tassi d’interesse
  • assicurazione delle vendite dal rischio di mancato pagamento
  • partecipazione al capitale per piani di sviluppo esteri
  • sostegno e protezione degli investimenti esteri
  • garanzie fideiussorie per gare e commesse
  • anticipazione dei crediti vantati verso i clienti italiani ed esteri tramite il factoring.

Potendo contare sul supporto operativo dell'Ufficio di Bari e sulla collaborazione con importanti stakeholder locali quali Confindustria, SACE ha seguito solo nell’ultimo anno oltre 1.000 aziende, in prevalenza Pmi, con più di 500 milioni di euro di operazioni di export assicurate e investimenti garantiti in questo territorio. SIMEST ha continuato ad operare fornendo finanziamenti all’internazionalizzazione, export credit e fornendo capitale per l’espansione estera.

Attraverso l’accordo firmato oggi, SACE e SIMEST rafforzano il proprio impegno anche in materia di education, impegnandosi in un piano di supporto organico e strutturato, promosso dalla Regione e veicolato da Puglia Sviluppo. Oltre a un più semplice accesso all’offerta, il piano prevede un’assistenza dedicata alle PMI del territorio, anche quelle che solo recentemente hanno iniziato a pianificare un percorso d’internazionalizzazione, attraverso attività di formazione rivolte sia alle Istituzioni che alle imprese stesse.

“Siamo orgogliosi di essere parte attiva di quest’iniziativa, che ci vede per la prima volta al fianco di una Regione italiana per mettere gli strumenti di SACE e SIMEST a disposizione della crescita internazionale delle imprese – ha dichiarato il Presidente di SACE Beniamino Quintieri. L'auspicio è che quest'accordo possa tradursi in un sostanziale incremento del fatturato export delle imprese con cui lavoreremo, accompagnandole verso mercati a elevato potenziale per il Made in Italy e supportandole nella gestione dei flussi di incasso e nella valorizzazione della competitività della loro offerta finanziaria”.

"Crediamo molto in questo accordo con la Regione Puglia che valorizza gli strumenti di SIMEST e SACE per la crescita delle PMI sui mercati esteri – ha dichiarato il Presidente di SIMEST Salvatore Rebecchini. Oltre a finanziare progetti di internazionalizzazione attraverso i fondi agevolati, SIMEST ha già investito all'estero con 17 imprese pugliesi attive nei settori più diversi (turistico-alberghiero, agroalimentare, elettromeccanico, arredamento) in Europa, Brasile, Cina, Malesia, Oman, Messico. Con la nostra attività promuoviamo il ‘made in Italy’ e il ‘made with Italy’”.

"Stiamo dando alle nostre imprese più opportunità per crescere nel mondo – ha spiegato l'assessore regionale allo Sviluppo Economico Loredana Capone. La crisi globale ci spinge a cercare nuove strategie. L'internazionalizzazione, con innovazione e formazione, è un pilastro delle nostre politiche e adesso ci serve la sinergia con tutti gli altri attori dell'internazionalizzazione, come SACE e SIMEST, per potenziare le nostre politiche".

Attività di SACE e SIMEST in Puglia

Le attività di SACE e SIMEST in Puglia rispecchiano il dinamismo di una Regione che ha avviato un importante processo di internazionalizzazione, ma che ha ancora davanti a sé ampie opportunità di crescita ancora da esplorare.

Tecnologie Made in Italy

Information Technology

Per quanto riguarda la società Exprivia, azienda internazionalizzata con sede a Molfetta specializzata in servizi tecnologici e soluzioni IT e quotata in Borsa, SIMEST partecipa con 500.000 euro al capitale della controllata brasiliana Exprivia do Brasil, mentre SACE ha offerto la propria garanzia sui finanziamenti erogati.

Infrastrutture ferroviarie

SACE ha inoltre sostenuto i piani di crescita all’estero di Mer Mec, azienda pugliese leader nella ricerca, progettazione e costruzione di sistemi speciali per la gestione di infrastrutture ferroviarie, offrendo le garanzie necessarie per l’esecuzione di importanti commesse in Polonia, Australia, Arabia Saudita e Cile.
SIMEST ha supportato l’azienda con una partecipazione al capitale della controllata polacca.

SACE ha inoltre assicurato la fornitura di Avantgarde, PMI di Giovinazzo attiva nel settore delle macchine operatrici ferroviarie, di una macchina rincalzatrice ferroviaria destinata al rinnovo del corridoio di Nacala, nella costa nord del Mozambico.

Rinnovabili

SACE ha garantito un finanziamento su base project finance per la costruzione del parco eolico di Ascoli Satriano (Foggia) da parte di Eurowind, azienda pugliese del gruppo Lomaestro.

Beni di consumo Made in Italy

Abbigliamento

SACE è al fianco di Mafrat, avendo garantito finanziamenti per sostenere l’azienda barese di abbigliamento nella partecipazione fiere internazionali e nell’apertura di negozi monomarca in Asia e Medio Oriente. Ha sostenuto inoltre i piani di sviluppo estero di Primadonna, noto brand di calzature e accessori moda di Bitonto.

Agroalimentare

SACE è al fianco di Conserve Alimentari Futuragri, il consorzio agricolo foggiano noto con il marchio “Rosso Gargano”, specializzato nella trasformazione e conservazione del pomodoro, che supporta nella gestione dei crediti attraverso i propri servizi di assicurazione e factoring (smobilizzo prosoluto).

SACE ha inoltre sostenuto la cooperativa brindisina Cantine due Palme garantendo finanziamenti destinati all’acquisto di uve per la produzione di vino pregiato per i mercati esteri e alla copertura dei costi di partecipazione alla fiera Vinitaly.

Stampa